Per un’educazione militante: la voce delle operatrici