GIUSEPPE UNGARETTI E ANDREA CAFFI: IL SIGNIFICATO UMANO DELL’ESISTENZA