Gli esiti del referendum sull’acqua pubblica del 12 e 13 giungo 2011 sono stati messi in pratica a Napoli attraverso la trasformazione dell'Azienda Risorse Idriche da società per azioni in azienda speciale Acqua Bene Comune. Nel “case study” vengono esaminati il ruolo svolto dai movimenti e comitati civici organizzati e quello svolto dalla pubblica amministrazione nella realizzazione della gestione partecipata di un servizio pubblico essenziale in un’area metropolitana vasta e complessa come quella napoletana.

Beni comuni. Cronistoria di un’esperienza napoletana: Acqua Bene Comune

MAROTTA, Sergio
2016

Abstract

Gli esiti del referendum sull’acqua pubblica del 12 e 13 giungo 2011 sono stati messi in pratica a Napoli attraverso la trasformazione dell'Azienda Risorse Idriche da società per azioni in azienda speciale Acqua Bene Comune. Nel “case study” vengono esaminati il ruolo svolto dai movimenti e comitati civici organizzati e quello svolto dalla pubblica amministrazione nella realizzazione della gestione partecipata di un servizio pubblico essenziale in un’area metropolitana vasta e complessa come quella napoletana.
978-88-6342-999-2
acqua bene comune; servizio idrico integrato; Napoli; partecipazione; gestione pubblica
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/178
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact