Si fa presto a dire cotto. Un antropologo in cucina