Il saggio analizza una serie di dipinti tardo-seicenteschi e di primo Settecento collocati sugli altari principali della Cattedrale di Nardò. In particolare si segnala il ritrovamento di un assai ridipinto San Michele Arcangelo, ascritto a Francesco Solimena e sfuggito alla critica. Si esaminano poi in particolare le opere di Leonardo Olivieri, tra i migliori allievi di Solimena, e si segnalano diversi suoi inediti. Filo conduttore dello scritto è la committenza vescovile di quel periodo nella ricca città salentina.

Pittori del Sei-Settecento in Cattedrale: Francesco Solimena "ritrovato" e gli altri (Locatelli, De Matteis e Olivieri)

De Mieri S
2014

Abstract

Il saggio analizza una serie di dipinti tardo-seicenteschi e di primo Settecento collocati sugli altari principali della Cattedrale di Nardò. In particolare si segnala il ritrovamento di un assai ridipinto San Michele Arcangelo, ascritto a Francesco Solimena e sfuggito alla critica. Si esaminano poi in particolare le opere di Leonardo Olivieri, tra i migliori allievi di Solimena, e si segnalano diversi suoi inediti. Filo conduttore dello scritto è la committenza vescovile di quel periodo nella ricca città salentina.
9788867660803
Vescovi
Committenza
Napoli
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/25003
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact