Il contributo rende noti documenti nuovi sul pittore fiammingo e porta all'attenzione degli studi due significativi frammenti di pale d'altare a lui spettanti. Il primo è il nucleo centrale della cona della Madonna del Rosario di Pogerola (Amalfi), opera documentata del 1587 (per la prima volta segnalata); il secondo è un San Francesco di Paola di una tavola con l'Immacolata e sant'Agata della chiesa dello Spirito Santo di Sant'Antimo, opera ben nota agli studi ma trafugata molto anni fa e purtroppo ridotta in frammenti, come denota questo particolare, rinvenuto sul mercato antiquariale romano.

Aert Mijtens in frammenti

De Mieri S
2015

Abstract

Il contributo rende noti documenti nuovi sul pittore fiammingo e porta all'attenzione degli studi due significativi frammenti di pale d'altare a lui spettanti. Il primo è il nucleo centrale della cona della Madonna del Rosario di Pogerola (Amalfi), opera documentata del 1587 (per la prima volta segnalata); il secondo è un San Francesco di Paola di una tavola con l'Immacolata e sant'Agata della chiesa dello Spirito Santo di Sant'Antimo, opera ben nota agli studi ma trafugata molto anni fa e purtroppo ridotta in frammenti, come denota questo particolare, rinvenuto sul mercato antiquariale romano.
978-88-569-0479-6
Furti
Tardo Manierismo
Arte fiamminga
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/25038
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact