Il diritto al rispetto della propria vita privata e familiare, del domicilio e della corrispondenza è previsto dall’art. 8 della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali (1950) e dall’art. 7 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea (2000). Analoghe disposizioni si ritrovano nell’art 7 del Patto internazionale dei diritti civili e politici (1966), nell’art. 12 della Dichiarazione universale dei diritti umani (1948) e, oltreoceano, nell’art. 11 della Convenzione americana sui diritti umani (1969). Nell’ordinamento italiano, tale diritto trova fondamento negli artt. 2, 14 e 15 della Costituzione. L’art. 8 della Convenzione europea è una delle disposizioni su cui la Corte (EDU) ha elaborato una vastissima giurisprudenza, con successivi adattamenti, sempre più complessi, alla realtà fattuale. Le definizioni di vita privata e familiare, di domicilio e di corrispondenza, che rappresentano il fulcro della disposizione, hanno oggi una portata molto diversa da quella originaria, considerato che la diffusione degli strumenti digitali ha innescato processi di mutamento dello scenario in cui si sviluppa la vita.

Diritto al rispetto della vita privata e familiare, del domicilio e della corrispondenza

Diana Maria Castano Vargas
2021

Abstract

Il diritto al rispetto della propria vita privata e familiare, del domicilio e della corrispondenza è previsto dall’art. 8 della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali (1950) e dall’art. 7 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea (2000). Analoghe disposizioni si ritrovano nell’art 7 del Patto internazionale dei diritti civili e politici (1966), nell’art. 12 della Dichiarazione universale dei diritti umani (1948) e, oltreoceano, nell’art. 11 della Convenzione americana sui diritti umani (1969). Nell’ordinamento italiano, tale diritto trova fondamento negli artt. 2, 14 e 15 della Costituzione. L’art. 8 della Convenzione europea è una delle disposizioni su cui la Corte (EDU) ha elaborato una vastissima giurisprudenza, con successivi adattamenti, sempre più complessi, alla realtà fattuale. Le definizioni di vita privata e familiare, di domicilio e di corrispondenza, che rappresentano il fulcro della disposizione, hanno oggi una portata molto diversa da quella originaria, considerato che la diffusione degli strumenti digitali ha innescato processi di mutamento dello scenario in cui si sviluppa la vita.
978-88-3379-333-7
vita privata e familiare, domicilio, corrispondenza
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/28232
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact