Gli studi recenti dedicati alle strategie di sopravvivenza degli esuli meridionali del primo Ottocento, hanno messo in stretta relazione le disponibilità patrimoniali dei singoli con l’esigenza, per quegli uomini, di trovare un nuovo “orizzonte di senso” che da individuale non poteva che farsi politico e identitario. Seguendo quella suggestione, questo contributo ha preso l’avvio dalla vicenda di un aristocratico napoletano che ha attraversato prima il Mediterraneo al seguito di un ideale e di una lealtà politica, poi l’Atlantico alla ricerca di un mondo nuovo, distante dal plumbeo clima della Restaurazione, in fuga da fallimenti familiari ed esistenziali.

59. Dal Mediterraneo ai feudi atlantici. Fughe di aristocratici al tramonto del Viceregno della Nueva España

Vittoria Fiorelli
;
2022-01-01

Abstract

Gli studi recenti dedicati alle strategie di sopravvivenza degli esuli meridionali del primo Ottocento, hanno messo in stretta relazione le disponibilità patrimoniali dei singoli con l’esigenza, per quegli uomini, di trovare un nuovo “orizzonte di senso” che da individuale non poteva che farsi politico e identitario. Seguendo quella suggestione, questo contributo ha preso l’avvio dalla vicenda di un aristocratico napoletano che ha attraversato prima il Mediterraneo al seguito di un ideale e di una lealtà politica, poi l’Atlantico alla ricerca di un mondo nuovo, distante dal plumbeo clima della Restaurazione, in fuga da fallimenti familiari ed esistenziali.
978-84-472-2374-9
Modern Age, Globalization, West and World History, elites
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12570/30093
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact