Tra Dickens e Zola. Sul realismo «sentimentale» dei novellieri napoletani del secondo Ottocento