Il saggio, riprendendo quanto in parte analizzato nel volume « Il mito di Dante nel pensiero di Gobetti” (prem. Cosimo Ceccuti, Firenze, Le Monnier, Mondadori, 1994), ricostruisce il ruolo dell’Alighieri nella formazione culturale di Piero Gobetti. L’analisi si rivolge alle opere dell’intellettuale torinese, ma principalmente allo scambio epistolare con la fidanzata Ada Prospero, progressivamente identificata con la Beatrice dantesca. Gobetti avvia un intimo sodalizio con il poeta trecentesco e stabilisce una sorta di fratellanza elettiva in perfetta corrispondenza con il suo programma pedagogico, volto al recupero dei referenti più autorevoli della tradizione culturale italiana.

Dante nella formazione culturale di Gobetti

BUFACCHI, EMANUELA
2000

Abstract

Il saggio, riprendendo quanto in parte analizzato nel volume « Il mito di Dante nel pensiero di Gobetti” (prem. Cosimo Ceccuti, Firenze, Le Monnier, Mondadori, 1994), ricostruisce il ruolo dell’Alighieri nella formazione culturale di Piero Gobetti. L’analisi si rivolge alle opere dell’intellettuale torinese, ma principalmente allo scambio epistolare con la fidanzata Ada Prospero, progressivamente identificata con la Beatrice dantesca. Gobetti avvia un intimo sodalizio con il poeta trecentesco e stabilisce una sorta di fratellanza elettiva in perfetta corrispondenza con il suo programma pedagogico, volto al recupero dei referenti più autorevoli della tradizione culturale italiana.
2-910897-91-5
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/3444
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact