Il silenzio facondo del Seicento e le sue voci