Serie di saggi sulla pittura del Trecento a Teramo e nell'Abruzzo teramano, con una nuova messa a punto della figura e della produzione del cosiddetto "Maestro di Offida", qui identificato con Luca d'Atri, al quale si riferiscono per la prima volta alcuni cicli di affreschi presenti nelle chiese teramane, nonché dei rapporti tra miniatura e pittura in quest'area, nei primi decenni del secolo, e dell'itinerario artistico di Antonio d'Atri e di altri artisti abruzzesi dell'epoca.

Affreschi trecenteschi. Cattedrale. Teramo; -Il busto reliquiario di San Berardo. Cattedrale. Teramo; Gli affreschi del presunto Luca d’Atri. Chiesa di San Domenico. Teramo; Appendice. Pittura del Trecento nell’Abruzzo teramano

LEONE DE CASTRIS, Pierluigi
2006

Abstract

Serie di saggi sulla pittura del Trecento a Teramo e nell'Abruzzo teramano, con una nuova messa a punto della figura e della produzione del cosiddetto "Maestro di Offida", qui identificato con Luca d'Atri, al quale si riferiscono per la prima volta alcuni cicli di affreschi presenti nelle chiese teramane, nonché dei rapporti tra miniatura e pittura in quest'area, nei primi decenni del secolo, e dell'itinerario artistico di Antonio d'Atri e di altri artisti abruzzesi dell'epoca.
88-501-0097-3
Luca d'Atri; Antonio d'Atri; Abruzzo, pittura XIV secolo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/3464
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact