Schede delle opere di: “Maestro di Santa Marta” e Leonardo da Besozzo (pp.240-241); Ignoto pittore napoletano del XV secolo (da Jan van Eyck ?)(pp.272 -273); Jean Fouquet, “Maestro di Arnau Sans” e “Maestro di Pere Rois de Corella” (Alfonso de Cordoba?) (pp.280- 283); Jaume Baço, detto Jacomart (pp.284-285); Antonello da Messina (pp.294-295); Colantonio (pp.296-297); Antonello da Messina (pp.298-305); “Maestro dei Santi Severino e Sossio” (pp.310-311); Ignoto pittore meridionale, ultimo quarto del XV secolo (p.383); Francesco Pagano (pp.384-385); Costanzo de Moysis, o di Mosè, attribuito (p.388); Costanzo de Moysis, o di Mosè(p.389); Antonio Rimpatta (pp.398-399); Maestro di Bolea (Pedro de Aponte ?), pp.438-439); Andrea Sabatini da Salerno (pp.444-445); Pedro Machuca (pp.454-456); Andrea Sabatini da Salerno (p.457); Diego de Siloe, ambito di (pp.462-463); Polidoro da Caravaggio (pp.470- 472); Polidoro da Caravaggio (p.474); Andrea Sabatini da Salerno (pp.486-487).