Lo scritto esplora il nesso Arte e Pedagogia, come Filosofia e Poesia per Maria Zambrano (1996), per riconoscere quella tensione vitale che lega e unisce l’interiorità solitaria con il disvelamento e la condivisione dell’interiorità nella mondanità. Pertanto, l’attività creatrice, poietica e autopoietica, è proposta come il fondamento per pensare e ripensare l’educazione rompendo con l’idea della evoluzione/avvenire che realizza ciò che è già scritto, lontano dai determinismi biologici o sociali, e dentro un accadere pedagogico che emerge da processi complessi i cui esiti sono decisi dalle interazioni e dai rapporti che si stabiliscono tra i differenti piani e le diverse dimensioni in gioco.

ArteFormante per l'educazione del futuro

D'AMBROSIO, Maria
2018

Abstract

Lo scritto esplora il nesso Arte e Pedagogia, come Filosofia e Poesia per Maria Zambrano (1996), per riconoscere quella tensione vitale che lega e unisce l’interiorità solitaria con il disvelamento e la condivisione dell’interiorità nella mondanità. Pertanto, l’attività creatrice, poietica e autopoietica, è proposta come il fondamento per pensare e ripensare l’educazione rompendo con l’idea della evoluzione/avvenire che realizza ciò che è già scritto, lontano dai determinismi biologici o sociali, e dentro un accadere pedagogico che emerge da processi complessi i cui esiti sono decisi dalle interazioni e dai rapporti che si stabiliscono tra i differenti piani e le diverse dimensioni in gioco.
9788861536814
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/451
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact