Il titolo dell’intervento è tratto da un testo di Ricciotto Canudo del 1920, Hélène, Faust et nous, in cui l’Autore insiste sulla qualità dinamica della visione moderna. Il tema del dinamismo è al centro della riflessione estetica dei primi decenni del secolo e in particolare degli anni Dieci: ne parlano molti artisti (cf. Kandinskij, i futuristi, ecc.) e critici, ma ne parlano anche, in altre forme, letterati (cf. Apollinaire) e musicisti (cf. Schoenberg). Associato al tema del dinamismo, un altro tema percorre il pensiero teorico di quegli anni: quello del ritmo. Soprattutto, i due temi sono spesso individuati come tipici snodi della modernità. Per il cinema essi sono sviluppati da molti teorici (Survage, Canudo ecc….), talvolta in forma appena embrionale, per quanto con felici intuizioni, anticipatrici di molta riflessione degli anni Venti. Le due questioni del ritmo e del dinamismo introducono a una problematica della forma che già nei primi anni del secolo si pone con incisività in ambito artistico. L'intervento esplora la relazione tra queste questioni e il pensiero sul cinema negli anni Dieci-Venti.

Entre l’oeuvre et l’oeil

SAINATI, Augusto
2010

Abstract

Il titolo dell’intervento è tratto da un testo di Ricciotto Canudo del 1920, Hélène, Faust et nous, in cui l’Autore insiste sulla qualità dinamica della visione moderna. Il tema del dinamismo è al centro della riflessione estetica dei primi decenni del secolo e in particolare degli anni Dieci: ne parlano molti artisti (cf. Kandinskij, i futuristi, ecc.) e critici, ma ne parlano anche, in altre forme, letterati (cf. Apollinaire) e musicisti (cf. Schoenberg). Associato al tema del dinamismo, un altro tema percorre il pensiero teorico di quegli anni: quello del ritmo. Soprattutto, i due temi sono spesso individuati come tipici snodi della modernità. Per il cinema essi sono sviluppati da molti teorici (Survage, Canudo ecc….), talvolta in forma appena embrionale, per quanto con felici intuizioni, anticipatrici di molta riflessione degli anni Venti. Le due questioni del ritmo e del dinamismo introducono a una problematica della forma che già nei primi anni del secolo si pone con incisività in ambito artistico. L'intervento esplora la relazione tra queste questioni e il pensiero sul cinema negli anni Dieci-Venti.
9788884205988
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/4542
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact