«Rovina del bene pubblico» e «privata fortuna» in Francesco Mario Pagano