A painting dated 1820 portrays the cliff of Pizzofalcone overlooking the bay of Naples, a site of peculiar geomorphology,of the first city foundation, and remarkable architectures. The view is now impossible to catch due to alterations to contextand architecture. The image stimulates to refocus the observation on the historical city, in a continuous cross-referencebetween the unusual image, the real context, and the architectural history, leading to recognize the tangible signs of site identity which emerges from the here stratified architectures.

Un dipinto del 1820 ritrae la rupe di Pizzofalcone in affaccio sulla baia di Napoli, luogo di peculiare geomorfologia, della prima fondazione della città e di significative architetture. La veduta è oggi impossibile da cogliere per le alterazioni del contesto e all’architettura. L’immagine stimola a rimettere a fuoco l’osservazione della città storica, in un continuorimando tra la rappresentazione oggi inconsueta, il contesto reale, e la storia architettonica, guidando a riconoscere i segni tangibili dell’identità del luogo emergenti dalle architetture qui stratificate.

Immagini inconsuete e deformate come strumenti della ricerca storica. Una sperimentazione su un brano peculiare della città di Napoli

COMO, Maria Teresa
2020

Abstract

Un dipinto del 1820 ritrae la rupe di Pizzofalcone in affaccio sulla baia di Napoli, luogo di peculiare geomorfologia, della prima fondazione della città e di significative architetture. La veduta è oggi impossibile da cogliere per le alterazioni del contesto e all’architettura. L’immagine stimola a rimettere a fuoco l’osservazione della città storica, in un continuorimando tra la rappresentazione oggi inconsueta, il contesto reale, e la storia architettonica, guidando a riconoscere i segni tangibili dell’identità del luogo emergenti dalle architetture qui stratificate.
978-88-31277-01-3
A painting dated 1820 portrays the cliff of Pizzofalcone overlooking the bay of Naples, a site of peculiar geomorphology,of the first city foundation, and remarkable architectures. The view is now impossible to catch due to alterations to contextand architecture. The image stimulates to refocus the observation on the historical city, in a continuous cross-referencebetween the unusual image, the real context, and the architectural history, leading to recognize the tangible signs of site identity which emerges from the here stratified architectures.
Pizzofalcone; Retaining walls; Renaissance villa
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/4617
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact