La “maniera moderna” a Napoli e nel Viceregno