Con George MacDonald si assiste alla ricerca sul destinatario, lettore ideale, ingenuo e maturo, infantile ma cresciuto: una ricerca difficile perché lo scrittore ha un'idea d'infanzia child-like, che inganna chi si attiene a rigidi confini e non protende verso una sorta di unificazione delle fasi di età, di grande pubblico che ama la fiaba letteraria. Il lettore che George MacDonald delinea non ha età: è come il bambino, ingenuo e puro di cuore. Questi, grande o piccolo che sia, legge e rilegge, racconta e riformula le fiabe che, come lucciole, lampeggiano o sono spente ma possono lampeggiare ancora. Afferrate da una mano che non le ama, diverranno brutte cose insignificanti, che non possono né lampeggiare né volare. In Come il bambino. George MacDonald scrittore cross-over, oltre a riflettere sul perché gli adulti leggono libri per il pubblico giovanile e uno scrittore si rivolge ai bambini, agli adolescenti e agli adulti in maniera quasi interscambiabile, si pone particolare attenzione alla posizione significativa dell'autore vittoriano nella letteratura di scavalco, cross-over, appunto, che ha una lunga transgenerational history e che viene sicuramente arricchita, in senso critico, dal pensiero dello scrittore sul lettore ideale, chlid-like.

COME IL BAMBINO. GEORGE MACDONALD SCRITTORE CROSSOVER. SECONDA EDIZIONE

TONDO, Stefania
Writing – Original Draft Preparation
2015

Abstract

Con George MacDonald si assiste alla ricerca sul destinatario, lettore ideale, ingenuo e maturo, infantile ma cresciuto: una ricerca difficile perché lo scrittore ha un'idea d'infanzia child-like, che inganna chi si attiene a rigidi confini e non protende verso una sorta di unificazione delle fasi di età, di grande pubblico che ama la fiaba letteraria. Il lettore che George MacDonald delinea non ha età: è come il bambino, ingenuo e puro di cuore. Questi, grande o piccolo che sia, legge e rilegge, racconta e riformula le fiabe che, come lucciole, lampeggiano o sono spente ma possono lampeggiare ancora. Afferrate da una mano che non le ama, diverranno brutte cose insignificanti, che non possono né lampeggiare né volare. In Come il bambino. George MacDonald scrittore cross-over, oltre a riflettere sul perché gli adulti leggono libri per il pubblico giovanile e uno scrittore si rivolge ai bambini, agli adolescenti e agli adulti in maniera quasi interscambiabile, si pone particolare attenzione alla posizione significativa dell'autore vittoriano nella letteratura di scavalco, cross-over, appunto, che ha una lunga transgenerational history e che viene sicuramente arricchita, in senso critico, dal pensiero dello scrittore sul lettore ideale, chlid-like.
9788883464256
George MacDonald; letteratura crossover; fiaba letteraria vittoriana; letteratura realistico-fantastica; scrittura femminile.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/5168
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact