Si tratta di un ampio saggio dedicato ad uno dei grandi pittori napoletani del '600. Ma, al tempo stesso, l'autore invita a riflettere su alcune riserve da parte della critica formalistica moderna, in special modo di quella di Roberto Longhi (1890-1970) e della sua officina napoletana,nei confronti di un maestro come il Rosa, talvolta ritenuto troppo letterato o letterario.

Meglio tacere. Salvator Rosa e i disagi della critica.

CAUSA, Stefano
2009

Abstract

Si tratta di un ampio saggio dedicato ad uno dei grandi pittori napoletani del '600. Ma, al tempo stesso, l'autore invita a riflettere su alcune riserve da parte della critica formalistica moderna, in special modo di quella di Roberto Longhi (1890-1970) e della sua officina napoletana,nei confronti di un maestro come il Rosa, talvolta ritenuto troppo letterato o letterario.
978-88-569-0055-2
Salvator rosa
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/5284
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact