Theologian, historian, biblical exegete, economist, political philosopher and moral, Juan de Mariana (1536-1624) is commonly remembered and judged unilaterally, for his De Rege et regis institutione (1599), which has become a classic of the doctrines of tyrannicide. The publication, in the Italian version of this work in its entirety aims to provide the tools to exact knowledge and balanced assessment of the political thought of the Spanish Jesuit, allowing you to understand the complexity and diversity of the Treaty. Fluctuations - sometimes contradictions - in its pages, which have fueled so many readings, appear not as a sign of a limit but the richness of his thought. And 'the ambivalence of the same policy, discipline at once theoretical and practical, which pushes the author to these oscillations. The different instances should not be underestimated or considered in isolation. The prince can not fail to know them in their specificity, signoreggiarle if he wants to and not be overwhelmed by them. Stress, secret or deliberate in order to overcome the present is not the man to save government from the task of the moment, can not be delayed by the requirement that they call his office and its tasks, the knowledge of a number of variable factors, first of all the inclinations of men striving to act clever and prudent so requires. Placed across two centuries, whose distinction is the terrifying experience of the wars of religion, Marian reflects, perhaps more than any other, the tensions and contradictions of the age that was his.

Teologo, storico, esegeta biblico, economista, filosofo politico e morale, Juan de Mariana (1536-1624) viene comunemente ricordato e unilateralmente giudicato, per il suo De Rege et regis institutione (1599), assurto a classico delle dottrine sul tirannicidio. La pubblicazione, in versione italiana, di quest'opera nella sua interezza mira ad offrire gli strumenti per un'esatta conoscenza ed equilibrata valutazione del pensiero politico del gesuita spagnolo, consentendo di cogliere la complessità e multiformità del trattato. Le oscillazioni - a volte le contraddizioni - in esso presenti, che hanno alimentato letture così varie, appariranno non più come segno di un limite ma della ricchezza del suo pensiero. E' l'ambivalenza stessa della politica, disciplina ad un tempo teorica e pratica, che spinge l'autore a queste oscillazioni. Le diverse istanze non vanno sottovalutate né isolatamente considerate. Il principe non può esimersi dal conoscerle nella loro specificità, se vuole signoreggiarle e non da loro esser sopraffatto. Lo sforzo, segreto o deliberato, volto a superare il presente non risparmi all'uomo di governo dalle incombenza del momento, dalle improrogabili esigenza a cui lo chiamano la sua carica e i suoi compiti, dalla conoscenza di una serie di fattori variabili, primo fra tutti le inclinazioni degli uomini: l'aspirazione ad un agire abile e prudente lo impone. Collocato a cavallo di due secoli, il cui discrimine è la terrificante esperienza delle guerre di religione, mariana riflette, forse più di ogni altro, le tensioni e le contraddizioni dell'età che fu sua.

De Rege et Regis Institutione

VILLANI N
1996

Abstract

Teologo, storico, esegeta biblico, economista, filosofo politico e morale, Juan de Mariana (1536-1624) viene comunemente ricordato e unilateralmente giudicato, per il suo De Rege et regis institutione (1599), assurto a classico delle dottrine sul tirannicidio. La pubblicazione, in versione italiana, di quest'opera nella sua interezza mira ad offrire gli strumenti per un'esatta conoscenza ed equilibrata valutazione del pensiero politico del gesuita spagnolo, consentendo di cogliere la complessità e multiformità del trattato. Le oscillazioni - a volte le contraddizioni - in esso presenti, che hanno alimentato letture così varie, appariranno non più come segno di un limite ma della ricchezza del suo pensiero. E' l'ambivalenza stessa della politica, disciplina ad un tempo teorica e pratica, che spinge l'autore a queste oscillazioni. Le diverse istanze non vanno sottovalutate né isolatamente considerate. Il principe non può esimersi dal conoscerle nella loro specificità, se vuole signoreggiarle e non da loro esser sopraffatto. Lo sforzo, segreto o deliberato, volto a superare il presente non risparmi all'uomo di governo dalle incombenza del momento, dalle improrogabili esigenza a cui lo chiamano la sua carica e i suoi compiti, dalla conoscenza di una serie di fattori variabili, primo fra tutti le inclinazioni degli uomini: l'aspirazione ad un agire abile e prudente lo impone. Collocato a cavallo di due secoli, il cui discrimine è la terrificante esperienza delle guerre di religione, mariana riflette, forse più di ogni altro, le tensioni e le contraddizioni dell'età che fu sua.
88-8114-285-6
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/5390
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact