Saggi per il VI volume dei "Documenti dell'Abruzzo teramano", dedicato a "Dalla valle del Fino alla valle del medio e alto Pescara". I saggi riguardano specificamente la pittura del Trecento nell'area dell'Abruzzo teramano fra Penne, Pianella e Moscufo, con una attenzione verso l'opera del cosiddetto "Maestro di Offida" (o Luca d'Atri), l'oreficeria teramano tra '300 e '400, e in partcicolare la figura di Giovanni Angelo da Penne, e la pittura cinquecentesca di provenienza napoletana presente nella stessa Penne, con la scoperta di nuovi dipinti di Giovan Bernardo Lama e di Aert Mijtens.

Gli affreschi del Trecento e del primo Quattrocento. Santa Maria Maggiore, Pianella, pp.323-325 Tabellone a fresco con due Santi. Chiesa di Santa Maria del Lago, Moscufo, p.345 Affresco del Giudizio Universale. Chiesa di Santa Maria in Blesiano, Pescosansonesco, pp.472-474 Gli affreschi della cripta. Cattedrale di San Massimo, Penne, pp.475-480 Gli affreschi dell’antico coro della chiesa di San Domenico e l’attività del presunto Luca d’Atri a Penne, pp.480-482 Croce astile dipinta. Già Cattedrale di San Massimo, Penne, pp.483-484 Trittico quattrocentesco. Oratorio di Santa Maria delle Grazie, Alanno, pp.490-491 Crocifissione su tela di Giovan Bernardo Lama. Chiesa di Santa Maria del Carmine, Loreto Aprutino, pp.500-502 Tre nuove tele di Aert Mijtens. Chiesa di Santa Maria in Colleromano, Penne, pp.502-505 La croce-reliquiario e le altre opere di Giovanni d’Angelo. Già Cattedrale di San Massimo,Penne, pp.529-540

LEONE DE CASTRIS, Pierluigi
2003

Abstract

Saggi per il VI volume dei "Documenti dell'Abruzzo teramano", dedicato a "Dalla valle del Fino alla valle del medio e alto Pescara". I saggi riguardano specificamente la pittura del Trecento nell'area dell'Abruzzo teramano fra Penne, Pianella e Moscufo, con una attenzione verso l'opera del cosiddetto "Maestro di Offida" (o Luca d'Atri), l'oreficeria teramano tra '300 e '400, e in partcicolare la figura di Giovanni Angelo da Penne, e la pittura cinquecentesca di provenienza napoletana presente nella stessa Penne, con la scoperta di nuovi dipinti di Giovan Bernardo Lama e di Aert Mijtens.
Abruzzo, pittura e oreficeria XIV-XV secolo; "Maestro di Offida"; Penne
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/593
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact