La “chiesa della città” e il suo patrimonio d'arte, dal Cinque al Settecento