In this essay several aspects of Silvio Spaventa’s legal and political thought are explored with a special focus on State and Constitution. The relationships between the author's assessments and the European thought on public law – especially the German one – are analyzed in order to reconstruct a few original aspects of his thought. Special attention is placed on Spaventa’s idea of the existence of a "constitutional era" beginning with the French Revolution and marked by the presence of certain rules that were unshakable even by those in power. In Italy, like in Germany, the transition to the constitutional age is characterized by the need of introducing into the judicial system an administrative jurisdiction that be able to protect the rights of individuals from any possible coercion by public administration.

Il saggio approfondisce vari aspetti del pensiero giuridico e politico di Silvio Spaventa soffermandosi su quelli di Stato e di Costituzione. Vengono analizzati i legami tra le elaborazioni dell’autore e il pensiero giuspubblicistico europeo – soprattutto tedesco – e vengono ricostruiti alcuni aspetti originali del pensiero dell’autore. Di particolare interesse l’idea di Spaventa dell’esistenza di un’«epoca costituzionale» iniziata con la Rivoluzione francese e caratterizzata dalla presenza di alcune norme inviolabili anche dai detentori del potere. In Italia, come in Germania, il passaggio all’epoca costituzionale è caratterizzato dalla necessità di introdurre nell’ordinamento una giurisdizione amministrativa che possa tutelare i diritti degli individui da qualsiasi possibilità di coartazione da parte delle pubbliche amministrazioni.

STATO E COSTITUZIONE NEL PENSIERO DI SILVIO SPAVENTA

MAROTTA, Sergio
2006

Abstract

Il saggio approfondisce vari aspetti del pensiero giuridico e politico di Silvio Spaventa soffermandosi su quelli di Stato e di Costituzione. Vengono analizzati i legami tra le elaborazioni dell’autore e il pensiero giuspubblicistico europeo – soprattutto tedesco – e vengono ricostruiti alcuni aspetti originali del pensiero dell’autore. Di particolare interesse l’idea di Spaventa dell’esistenza di un’«epoca costituzionale» iniziata con la Rivoluzione francese e caratterizzata dalla presenza di alcune norme inviolabili anche dai detentori del potere. In Italia, come in Germania, il passaggio all’epoca costituzionale è caratterizzato dalla necessità di introdurre nell’ordinamento una giurisdizione amministrativa che possa tutelare i diritti degli individui da qualsiasi possibilità di coartazione da parte delle pubbliche amministrazioni.
88-85239-88-9
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/990
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact