Costruttivismo e realismo critico. Lo spazio dell’educazione tra accomodamento eteronomo e libertà di scelta