La Corte di Strasburgo e i matrimoni omosessuali: il consenso europeo, un criterio fragile ma necessario