Lo studio analizza le problematiche relative ai criteri applicabili ai fini della determinazione della base imponibile in caso di cessioni di beni immobili con riferimento al sistema del cd. prezzo valore (introdotto con la finanziaria 2006 e modificato dal decreto Bersani -Visco), nonché quelle inerenti l’introduzione del valore normale con riferimento al provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 27 luglio 2007 n. 2007/120811. La nozione di valore normale quale criterio unitario di determinazione della base imponibile per le imposte dirette e indirette ha, infatti, evidenziato diverse problematiche applicative Nonostante le modifiche legislative apportate dalla l. 248/2006,emerge la difficoltà nell’individuare un unico valore ai fini della determinazione della base imponibile delle singole imposte; infatti, neanche il valore definito per l’imposta di registro potrà dispiegare direttamente i suoi effetti nell’ambito delle altre imposte. L’esame della determinazione del valore delle aree edificabili completa poi il quadro d’insieme relativo alla tassazione degli immobili. L’analisi approfondisce, infine, i rinnovati poteri dell’amministrazione finanziaria con particolare riferimento all’ampliamento dei poteri istruttori, nell’ottica di verificare se dall’attuazione della riforma possano effettivamente raggiungersi i risultati auspicati.

La determinazione della base imponibile nell’imposta di registro: i trasferimenti immobiliari tra prezzo-valore e valore normale

NASTRI, Maria Pia
2007

Abstract

Lo studio analizza le problematiche relative ai criteri applicabili ai fini della determinazione della base imponibile in caso di cessioni di beni immobili con riferimento al sistema del cd. prezzo valore (introdotto con la finanziaria 2006 e modificato dal decreto Bersani -Visco), nonché quelle inerenti l’introduzione del valore normale con riferimento al provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 27 luglio 2007 n. 2007/120811. La nozione di valore normale quale criterio unitario di determinazione della base imponibile per le imposte dirette e indirette ha, infatti, evidenziato diverse problematiche applicative Nonostante le modifiche legislative apportate dalla l. 248/2006,emerge la difficoltà nell’individuare un unico valore ai fini della determinazione della base imponibile delle singole imposte; infatti, neanche il valore definito per l’imposta di registro potrà dispiegare direttamente i suoi effetti nell’ambito delle altre imposte. L’esame della determinazione del valore delle aree edificabili completa poi il quadro d’insieme relativo alla tassazione degli immobili. L’analisi approfondisce, infine, i rinnovati poteri dell’amministrazione finanziaria con particolare riferimento all’ampliamento dei poteri istruttori, nell’ottica di verificare se dall’attuazione della riforma possano effettivamente raggiungersi i risultati auspicati.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/1425
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact