Secondo Dardot e Laval il bene comune non è un bene materiale ma un’attività. Tale attività costituisce il principio politico sul quale si possono costruire commons e farli vivere. Partendo da tale concezione, gli autori mettono all’indice tanto la proprietà privata, che legittima i brutali comportamenti delle corporations, quanto la sovranità statuale, che collabora con le imprese transnazionali per creare nuove occasioni di mercificazione e privatizzazione dei beni comuni. Al diritto del comune spetta il compito di descrivere le relazioni sociali tra individui che per la propria attività utilizzano risorse in comune sulla base di regole d’uso, condivisione o coproduzione. Il diritto così ridimensionato potrebbe limitarsi a riprodurre relazioni solo apparentemente egualitarie ma, in realtà, fortemente sbilanciate e schiacciate sulla descrizione di condizioni materiali lontane dall’ideale di eguaglianza e di giustizia sociale che è alla base del diritto nato dalle rivoluzioni moderne.

Alcuni problemi sociologico-giuridici sul tema del comune. Riflessioni a margine di un recente libro di Pierre Dardot e Christian Laval

MAROTTA, Sergio
2016

Abstract

Secondo Dardot e Laval il bene comune non è un bene materiale ma un’attività. Tale attività costituisce il principio politico sul quale si possono costruire commons e farli vivere. Partendo da tale concezione, gli autori mettono all’indice tanto la proprietà privata, che legittima i brutali comportamenti delle corporations, quanto la sovranità statuale, che collabora con le imprese transnazionali per creare nuove occasioni di mercificazione e privatizzazione dei beni comuni. Al diritto del comune spetta il compito di descrivere le relazioni sociali tra individui che per la propria attività utilizzano risorse in comune sulla base di regole d’uso, condivisione o coproduzione. Il diritto così ridimensionato potrebbe limitarsi a riprodurre relazioni solo apparentemente egualitarie ma, in realtà, fortemente sbilanciate e schiacciate sulla descrizione di condizioni materiali lontane dall’ideale di eguaglianza e di giustizia sociale che è alla base del diritto nato dalle rivoluzioni moderne.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/1439
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact