Based on a transactional epistemological approach – according to whom knowledge is the product of the original and continuous transaction between subject and context developed in the practice –, the paper illustrates the theoretical and methodological frame of a research whose aim is to investigate, towards narrative and reflective practices, the transactional processes acted by academic professors to transform their own professional identity in the actual reformed scenario of university system. By embracing a critically realist stance, the paper moves from the Deweyan notion of transaction, according to whom knowledge is the result of the original and continuous transaction between subject and context developed in the practice. Thanks to this notion, the paper presents the theoretical and methodological framework of an empirical research study, which explores the transformation of the professional identity of university professors in the contemporary scenarios of national and international academic systems marked by a constant process of reform. The contribution takes its cue from an analysis of higher education and interprets it against the backdrop of a long and medium term history, characterized by both continuity and discontinuity. In opposition to certain stereotyped social representations, widely disseminated both in the academic discourse and, more generally, in common sense, it is argued that the technical-functionalist drift of contemporary higher education is the outcome of educational theories and practices that assume a solipsistic conception of learning. In order to counter this technical drift, the second part proposes a Deweyan reading of learning processes, understanding them as the results of social practices, situated in specifically organizational contexts, the examination of which – through narrative and reflective devices – allows us to produce the conditions for activating paths of transformative learning. In the wake of the epistemological and theoretical approach illustrated in the first two parts, the third and last part of the contribution presents the narrative and reflective methodologies deployed within the framework of our empirical research, which has aimed at unearthing and investigating the latent and implicit transactional processes employed by professors in order to cope with and inhabit the ongoing changes of the academic system, by re-thinking and re-signifying their knowledge, competences and professional practices.

A partire da un approccio epistemologico che fa riferimento ad una postura criticamente realista a matrice transazionale – secondo cui la conoscenza è, in senso deweyano, il risultato di quel processo di transazione originaria e costante tra soggetto e ambiente che si dà nella pratica –, l’articolo presenta l’impianto teorico e metodologico di una ricerca empirica condotta per analizzare la tras-formazione dell’identità professionale del professore universitario nell’attuale contesto di cambiamento strutturale che caratterizza il sistema accademico nazionale e internazionale. In particolare, in una prima parte del contributo, questo cambiamento è analizzato – contro una certa rappresentazione sociale stereotipata, ampiamente diffusa tanto in ambito accademico quanto nel senso comune – come un processo le cui radici – politiche e pedagogiche – affondano in una storia di medio e lungo termine, fatta di costanti rotture e continuità, al fine di mostrare come la deriva tecnicista a cui la formazione accademica sembra essere sottoposta è il prodotto radicale di teorie e pratiche educative che fanno ricorso a una concezione solipsistica dell’apprendimento. Contro tale deriva, nella seconda parte del contributo, si propone una rilettura in senso deweyano dei processi di apprendimento mostrando come questi siano sempre il prodotto di pratiche sociali situate all’interno di contesti organizzativi specifici, la cui disamina – attraverso pratiche di ricerca e formazione di tipo narrativo e riflessivo – consente di produrre le condizioni per possibili apprendimenti trasformativi. Coerentemente a tale approccio epistemologico e teorico, l’ultima parte dell’articolo illustra le metodologie narrative e riflessive utilizzate in una ricerca empirica volta a esplicitare, investigare e comprendere i processi di transazione latenti e impliciti messi in atto dai professori universitari per abitare il mutamento in atto, ripensando le loro conoscenze, competenze e pratiche professionali.

La tras-formazione dell’identità professionale del professore universitario: pratiche narrative e riflessive per abitare la disgregazione

CORBI, Enricomaria;CHELLO F;PERILLO P
2016

Abstract

A partire da un approccio epistemologico che fa riferimento ad una postura criticamente realista a matrice transazionale – secondo cui la conoscenza è, in senso deweyano, il risultato di quel processo di transazione originaria e costante tra soggetto e ambiente che si dà nella pratica –, l’articolo presenta l’impianto teorico e metodologico di una ricerca empirica condotta per analizzare la tras-formazione dell’identità professionale del professore universitario nell’attuale contesto di cambiamento strutturale che caratterizza il sistema accademico nazionale e internazionale. In particolare, in una prima parte del contributo, questo cambiamento è analizzato – contro una certa rappresentazione sociale stereotipata, ampiamente diffusa tanto in ambito accademico quanto nel senso comune – come un processo le cui radici – politiche e pedagogiche – affondano in una storia di medio e lungo termine, fatta di costanti rotture e continuità, al fine di mostrare come la deriva tecnicista a cui la formazione accademica sembra essere sottoposta è il prodotto radicale di teorie e pratiche educative che fanno ricorso a una concezione solipsistica dell’apprendimento. Contro tale deriva, nella seconda parte del contributo, si propone una rilettura in senso deweyano dei processi di apprendimento mostrando come questi siano sempre il prodotto di pratiche sociali situate all’interno di contesti organizzativi specifici, la cui disamina – attraverso pratiche di ricerca e formazione di tipo narrativo e riflessivo – consente di produrre le condizioni per possibili apprendimenti trasformativi. Coerentemente a tale approccio epistemologico e teorico, l’ultima parte dell’articolo illustra le metodologie narrative e riflessive utilizzate in una ricerca empirica volta a esplicitare, investigare e comprendere i processi di transazione latenti e impliciti messi in atto dai professori universitari per abitare il mutamento in atto, ripensando le loro conoscenze, competenze e pratiche professionali.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/1462
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact