La riforma Fornero ha reso più flessibile il rapporto di lavoro in uscita irrigidendo i criteri di ingresso.Ha ridotto le ipotesi in cui, a seguito di licenziamento illegittimo, segue la reintegrazione rendendo il rimedio risarcitorio quello normale. L'articolo cerca di spiegare perché a una maggiore facilità a liberarsi di lavoratori dipendenti non corrisponda una maggiore propensione ad assumere.

Il lavoro che non c'è: la riforma Fornero è stata una risposta adeguata?

SALIMBENI, Maria Teresa
2014

Abstract

La riforma Fornero ha reso più flessibile il rapporto di lavoro in uscita irrigidendo i criteri di ingresso.Ha ridotto le ipotesi in cui, a seguito di licenziamento illegittimo, segue la reintegrazione rendendo il rimedio risarcitorio quello normale. L'articolo cerca di spiegare perché a una maggiore facilità a liberarsi di lavoratori dipendenti non corrisponda una maggiore propensione ad assumere.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/1600
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact