The proposed contribution aims to investigate the question of the relationship between theoretical research in philosophy and education, by focusing on a specific case study: the debate on constructivism. While this debate also takes place at the international level, in Italy it has had a peculiar inflection, entering into a dialogue with the controversy around New Realism. This paper will, first, highlight the – partly different – philosophical and educational vocabularies marshalled in Italy and abroad, in order to better situate the Italian ‘specificity’. It will, then, explore how the theoretical research in education has in- teracted with the properly philosophical controversy, by not merely adopting or ‘apply- ing’ it to the educational field, but rather by engaging with it through autonomous per- spectives. In conclusion, it will be argued that it is precisely this autonomy of inquiry that has enabled the theoretical gaze of educational research to spotlight typically epistemo- logical-philosophical dimensions, which had previously remained concealed within the exclusively philosophical debate.

Il contributo si interroga sulla questione del rapporto tra ricerca teorica in filosofia e in pedagogia, focalizzandosi su uno specifico caso-studio: il dibattito sul costruttivismo. Benché esso abbia luogo anche a livello internazionale, in Italia ha avuto una sua decli- nazione particolare, in quanto è consapevolmente entrato in dialogo con la polemica sul Nuovo Realismo. Dopo aver segnalato i vocabolari filosofici e pedagogici – parzialmente differenti – dispiegati a livello internazionale e in Italia nella discussione sul costruttivi- smo, in modo da meglio situare la specificità italiana, il paper esplorerà in che modo la ricerca teorica in pedagogia ha interagito con la controversia squisitamente filosofica, non meramente assumendola e ‘applicandola’ al campo dell’interrogazione pedagogica, ma at- traversandola con autonome prospettive. In conclusione, si argomenterà che proprio in virtù di tale autonomia di indagine, lo sguardo teorico della pedagogia ha messo in rilievo dimensioni – squisitamente filosofico-epistemologiche – rimaste celate alla discussione occorsa nel dominio esclusivamente filosofico.

Tra filosofia e pedagogia teoretica: il dibattito realismo-costruttivismo come caso studio

Corbi E;Oliverio S;Perillo P
2020

Abstract

Il contributo si interroga sulla questione del rapporto tra ricerca teorica in filosofia e in pedagogia, focalizzandosi su uno specifico caso-studio: il dibattito sul costruttivismo. Benché esso abbia luogo anche a livello internazionale, in Italia ha avuto una sua decli- nazione particolare, in quanto è consapevolmente entrato in dialogo con la polemica sul Nuovo Realismo. Dopo aver segnalato i vocabolari filosofici e pedagogici – parzialmente differenti – dispiegati a livello internazionale e in Italia nella discussione sul costruttivi- smo, in modo da meglio situare la specificità italiana, il paper esplorerà in che modo la ricerca teorica in pedagogia ha interagito con la controversia squisitamente filosofica, non meramente assumendola e ‘applicandola’ al campo dell’interrogazione pedagogica, ma at- traversandola con autonome prospettive. In conclusione, si argomenterà che proprio in virtù di tale autonomia di indagine, lo sguardo teorico della pedagogia ha messo in rilievo dimensioni – squisitamente filosofico-epistemologiche – rimaste celate alla discussione occorsa nel dominio esclusivamente filosofico.
The proposed contribution aims to investigate the question of the relationship between theoretical research in philosophy and education, by focusing on a specific case study: the debate on constructivism. While this debate also takes place at the international level, in Italy it has had a peculiar inflection, entering into a dialogue with the controversy around New Realism. This paper will, first, highlight the – partly different – philosophical and educational vocabularies marshalled in Italy and abroad, in order to better situate the Italian ‘specificity’. It will, then, explore how the theoretical research in education has in- teracted with the properly philosophical controversy, by not merely adopting or ‘apply- ing’ it to the educational field, but rather by engaging with it through autonomous per- spectives. In conclusion, it will be argued that it is precisely this autonomy of inquiry that has enabled the theoretical gaze of educational research to spotlight typically epistemo- logical-philosophical dimensions, which had previously remained concealed within the exclusively philosophical debate.
Theoretical research, Epistemological Autonomy of Educational Theo- ry, Constructivism, New Realism, Postmodernism
Ricerca teorica, Autonomia epistemologica della pedagogia, Costrut- tivismo, Nuovo realismo, Postmodernismo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/16201
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact