Nel Medioevo caccia a corsa, con spada e stocco, e caccia a volo, con falchi e sparvieri, sono privilegio della classe signorile. Nonostante la tradizione venatoria provenga dalle steppe irano-asiatiche, l'Occidente medievale la rielabora fino a proporla a proiezione di vita aristocratica. L'A. ripercorre le tappe di questo sviluppo plurisecolare affiancando l'esame delle fonti letterarie a quello delle numerose testimonianze iconografiche. Un primo punto d'arrivo negli studi sulla falconeria si raggiunga nella Sicilia normanno-sveva, attraverso un Mediterraneo che ricompone in originale armonia tradizioni nordeuropee, germaniche, arabe, persiane. L'Umanesimo segna un'ulteriore tappa evolutiva della storia venatoria, sia sul piano simbolico che delle tecniche, inserendo la caccia negli schemi della vita cortese, tanto che si ammetterà persino la partecipazione delle donne

Astori, sparvieri e girifalchi nel Mediterraneo medievale

DE GIOVANNI G
2014

Abstract

Nel Medioevo caccia a corsa, con spada e stocco, e caccia a volo, con falchi e sparvieri, sono privilegio della classe signorile. Nonostante la tradizione venatoria provenga dalle steppe irano-asiatiche, l'Occidente medievale la rielabora fino a proporla a proiezione di vita aristocratica. L'A. ripercorre le tappe di questo sviluppo plurisecolare affiancando l'esame delle fonti letterarie a quello delle numerose testimonianze iconografiche. Un primo punto d'arrivo negli studi sulla falconeria si raggiunga nella Sicilia normanno-sveva, attraverso un Mediterraneo che ricompone in originale armonia tradizioni nordeuropee, germaniche, arabe, persiane. L'Umanesimo segna un'ulteriore tappa evolutiva della storia venatoria, sia sul piano simbolico che delle tecniche, inserendo la caccia negli schemi della vita cortese, tanto che si ammetterà persino la partecipazione delle donne
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/17319
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact