Sulla variabilità dei coefficienti della matrice delle correlazioni e dei relativi autovalori