Nella comunicazione di massa, da sempre i muri delle città hanno svolto un ruolo rilevante nell’essere portatori di messaggi visivi: dalle epigrafi romane al muralismo messicano, alla pittura murale di propaganda, ai ben noti graffiti e, oggi, alla Street Art e/o arte pubblica.La finalità di questa arte murale cambia: non più imbrattamento di muri ma costruzione di un senso di bellezza (dove non c’è) per favorire l’appartenenza a luoghi periferici e/o degradati, attivare programmi di rigenerazione fisica e sociale, incentivare l’appartenenza ai luoghi e il turismo culturale.Oggi, il dilagante successo di quest’arte murale apre a nuove e più critiche considerazioni come l’impermanenza di questa arte e l’eventuale necessità di preservarla così come il rischio di eventi mediatici, che insidia il carattere identitario di quest’arte murale rappresentato da spontaneità e illegalità.Visto il notevole successo che questo argomento ha riscosso all’indomani del lancio della call da parte della rivista scientifica internazionale di architettura e patrimonio culturale DisegnareCON (n. 24, 2020) in più comunità scientifiche.

Street Art: ordinari piani di riverbero. Street Art: ordinary reverberation plans.

Leopoldo Repola
2020

Abstract

Nella comunicazione di massa, da sempre i muri delle città hanno svolto un ruolo rilevante nell’essere portatori di messaggi visivi: dalle epigrafi romane al muralismo messicano, alla pittura murale di propaganda, ai ben noti graffiti e, oggi, alla Street Art e/o arte pubblica.La finalità di questa arte murale cambia: non più imbrattamento di muri ma costruzione di un senso di bellezza (dove non c’è) per favorire l’appartenenza a luoghi periferici e/o degradati, attivare programmi di rigenerazione fisica e sociale, incentivare l’appartenenza ai luoghi e il turismo culturale.Oggi, il dilagante successo di quest’arte murale apre a nuove e più critiche considerazioni come l’impermanenza di questa arte e l’eventuale necessità di preservarla così come il rischio di eventi mediatici, che insidia il carattere identitario di quest’arte murale rappresentato da spontaneità e illegalità.Visto il notevole successo che questo argomento ha riscosso all’indomani del lancio della call da parte della rivista scientifica internazionale di architettura e patrimonio culturale DisegnareCON (n. 24, 2020) in più comunità scientifiche.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/19470
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact