Burke, Voegelin e la lunga epoca delle "religioni politiche"