Stefano Rodotà: uno studioso senza frontiere