«D'oro, d'argento, di rame et false». Le Medaglie di Anton Francesco Doni