The paper analyzes the perspectives opened by the introduction and functioning of the environmental economic zones (hereinafter EEZ), placing them among policies aimed to reconcile objectives of environmental protection and of fighting climate change, on the one hand, and targets of economic development, on the other hand. The incentives for sustainable economic activities which are represented by the ZEA are aimed to achieve economic growth, social inclusion and environmental protection: goals that underlie the United Nations 2030 Agenda, the Green New Deal and the Europe 2020 Strategy.

Il contributo analizza le prospettive schiuse dall’istituzione e dal funzionamento a regime delle zone economiche ambientali (di seguito ZEA), collocandole nel solco delle politiche che si propongono di contemperare obiettivi di tutela dell’ambiente ed in particolare di contrasto al cambiamento climatico, da un lato, e target di sviluppo economico, dall’altro lato. Le forme di incentivazione di attività economiche sostenibili in cui si traducono le ZEA sono declinate in maniera composita nel segno dell’intreccio tra crescita economica, inclusione sociale e tutela ambientale: finalità che percorrono l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, il Green New Deal e la Strategia Europa 2020. Il lavoro esamina il percorso compiuto a partire dalla Legge Quadro del 1991 nella direzione di incentivare le attività condotte nelle aree protette, sino alla istituzione delle ZEA con il Decreto Clima e alle misure di politica economica sostenibile dettate dalle ultime leggi di bilancio e dagli interventi a contenimento dell’emergenza pandemica da Covid-19.

Prospettive di convergenza tra sostenibilità ambientale e sviluppo economico nella strategia italiana di contrasto al cambiamento climatico: il caso delle Zone Economiche Ambientali

Acocella Carla
2021

Abstract

Il contributo analizza le prospettive schiuse dall’istituzione e dal funzionamento a regime delle zone economiche ambientali (di seguito ZEA), collocandole nel solco delle politiche che si propongono di contemperare obiettivi di tutela dell’ambiente ed in particolare di contrasto al cambiamento climatico, da un lato, e target di sviluppo economico, dall’altro lato. Le forme di incentivazione di attività economiche sostenibili in cui si traducono le ZEA sono declinate in maniera composita nel segno dell’intreccio tra crescita economica, inclusione sociale e tutela ambientale: finalità che percorrono l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, il Green New Deal e la Strategia Europa 2020. Il lavoro esamina il percorso compiuto a partire dalla Legge Quadro del 1991 nella direzione di incentivare le attività condotte nelle aree protette, sino alla istituzione delle ZEA con il Decreto Clima e alle misure di politica economica sostenibile dettate dalle ultime leggi di bilancio e dagli interventi a contenimento dell’emergenza pandemica da Covid-19.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/23312
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact