The paper analyzes the establishment of a para-jurisdictional body such as Facebook’s Oversight Board, the first internal ‘Court’ set up by one of the so-called ‘Big Tech’, in the broader framework of the crisis of state sovereignty and the erosion of the state monopoly on jurisdiction. The purpose is to verify whether the body is truly independent from Facebook and whether there are adequate procedural guarantees to protect the underlying fundamental rights. The emergence of forms of private justice in the digital world on the Facebook model now seems difficult to discourage, as well as the ever-increasing diffusion of soft law and self-regulation: in this context, however, hard law still has a very important role to play.

Lo studio colloca l’istituzione da parte di Facebook di un organismo paragiurisdizionale come l’Oversight Board, la prima “Corte” interna istituita da una delle Big Tech, nel più ampio quadro della crisi della sovranità statale e dell’erosione del monopolio statale sulla giurisdizione. Lo scopo è quello di verificare se l’organismo sia davvero indipendente da Facebook e se presenti garanzie procedimentali adeguate alla protezione dei diritti fondamentali sottesi. L’emersione di forme di giustizia privata nel mondo digitale sul modello di Facebook pare ormai difficilmente scoraggiabile, così come la sempre maggiore diffusione del soft law e dell’autoregolamentazione: in questa cornice, l’hard law ha però ancora un ruolo molto importante da svolgere.

La giurisdizione privata nel mondo digitale al tempo della crisi della sovranità: il “modello” dell’Oversight Board di Facebook

Iannotti della Valle
2021

Abstract

Lo studio colloca l’istituzione da parte di Facebook di un organismo paragiurisdizionale come l’Oversight Board, la prima “Corte” interna istituita da una delle Big Tech, nel più ampio quadro della crisi della sovranità statale e dell’erosione del monopolio statale sulla giurisdizione. Lo scopo è quello di verificare se l’organismo sia davvero indipendente da Facebook e se presenti garanzie procedimentali adeguate alla protezione dei diritti fondamentali sottesi. L’emersione di forme di giustizia privata nel mondo digitale sul modello di Facebook pare ormai difficilmente scoraggiabile, così come la sempre maggiore diffusione del soft law e dell’autoregolamentazione: in questa cornice, l’hard law ha però ancora un ruolo molto importante da svolgere.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/24410
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact