La giustiza tra verità ideale e contingenza storica