Through the reading of Inferno xi, some characteristics of Dante’s writing are underlined. 1. The breaks. During the narration of the three Cantiche the pauses represent moments of maximum planning concentration for Dante. 2. The discursive procedure. Through questions and answers between Dante and Virgil, an ability is shown in discussing, reasoning, disputing, dividing things according to genres and species in order to be able to better examine them. 3. The anonymous quotation; that is, that extraordinary ability of the poet to establish a dialectical relationship with his own sources. Dante’s filming is never purely formal, but triggers a competitive relationship under the conceptual aspect with the Auctoritas, resulting in great interest as a rewriting model.

Attraverso la lettura dell’xi canto dell’Inferno si sottolineano alcune caratteristiche proprie della scrittura di Dante. 1. Le pause. Nel corso della narrazione delle tre Cantiche le pause rappresentano per Dante dei momenti di massima concentrazione progettuale. 2. Il procedimento discorsivo. Attraverso le domande e le risposte tra Dante e Virgilio, si mostra un’abilità nel discutere, ragionare, disputare, dividere le cose secondo generi e specie per poterle meglio esaminare. 3. La citazione anonima; cioè quella straordinaria capacità del poeta di stabilire un rapporto dialettico con le proprie fonti. Le riprese di Dante non sono mai puramente formali, ma innescano un rapporto agonistico sotto l’aspetto concettuale con l’Auctoritas, risultando di grande interesse come modello di riscrittura.

Pause e architetture del testo nell’XI canto dell’Inferno

Silvia Zoppi
2021

Abstract

Attraverso la lettura dell’xi canto dell’Inferno si sottolineano alcune caratteristiche proprie della scrittura di Dante. 1. Le pause. Nel corso della narrazione delle tre Cantiche le pause rappresentano per Dante dei momenti di massima concentrazione progettuale. 2. Il procedimento discorsivo. Attraverso le domande e le risposte tra Dante e Virgilio, si mostra un’abilità nel discutere, ragionare, disputare, dividere le cose secondo generi e specie per poterle meglio esaminare. 3. La citazione anonima; cioè quella straordinaria capacità del poeta di stabilire un rapporto dialettico con le proprie fonti. Le riprese di Dante non sono mai puramente formali, ma innescano un rapporto agonistico sotto l’aspetto concettuale con l’Auctoritas, risultando di grande interesse come modello di riscrittura.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/25531
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact