Il reperimento e l'esame di alcuni inventari cinquecenteschi, il più importante dei quali sin qui del tutto ignoto, dei beni della famiglia de Lannoy, installatasi a Napoli in età vicereale, consente di gettare luce sulla vita, l'arredo delle dimore, il gusto e il collezionismo di questa e di altre famiglie meridionali dell'alta aristocrazia in un periodo, la metà del XVI secolo, sin qui poco indagato, anche per l'esiguità delle fonti disponibili, dagli studi di storia del collezionismo.

Per la storia del collezionismo nella Napoli del ‘500: gli inventari del Lannoy principi di Sulmona

LEONE DE CASTRIS, Pierluigi
2008

Abstract

Il reperimento e l'esame di alcuni inventari cinquecenteschi, il più importante dei quali sin qui del tutto ignoto, dei beni della famiglia de Lannoy, installatasi a Napoli in età vicereale, consente di gettare luce sulla vita, l'arredo delle dimore, il gusto e il collezionismo di questa e di altre famiglie meridionali dell'alta aristocrazia in un periodo, la metà del XVI secolo, sin qui poco indagato, anche per l'esiguità delle fonti disponibili, dagli studi di storia del collezionismo.
Lannoy, famiglia; Napoli, collezionismo XVI secolo; Inventari testamentari
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12570/2568
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact